image1.jpg

Nasce il 4 luglio del 1954. Foggiano doc come Renzo Arbore, famiglia borghese, laurea in Giurisprudenza nel ’78, poi il servizio militare e, infine, un anno di studio per sostenere il concorso di Commissario di Pubblica Sicurezza. Lo vince nell’81, comincia la vita adulta. Si sposa, due figli e un nipotino. Ha vissuto praticamente in tutto il Paese, e della Penisola conosce usi e costumi, abitudini buone e meno buone dei meridionali, dei papalini, degli isolani e dei settentrionali. D’altronde le città in cui ha lavorato sono state parecchie: Vicenza, Vasto, Verona, Osimo, Senigallia, Ancona, Macerata, Oristano e Foggia. Di molte cose fatte è orgoglioso, di altre meno. Come tutti, in fondo.

La professione e i continui spostamenti di sede, però, gli regalano un bagaglio di conoscenze tale da consentirgli di buttare giù, alla meno peggio, romanzi e racconti. La passione per la narrazione comincia per caso. All’inizio degli anni 2000 scrive un romanzo che fa leggere a un collega e, per una di quelle imperscrutabili autostrade che solcano la vita, se lo ritrova pubblicato prima da Fazi e poi da Mondadori. Senza raccomandazioni, senza politici e senza intervento di superburocrati. Pura fortuna o, se si vuole, felice serie di congiunzioni astrali. Il romanzo è “Un assassino qualunque”, un thriller che ha come argomento la pedofilia violenta, tradotto in spagnolo e tedesco. Sempre Fazi gli chiede di scrivere, nel 2008, “L’ultimo indizio”, un poliziesco basato su un’indagine di cui il nostro è  stato realmente protagonista nel 1992, cioè la cattura del numero 2 di Cosa Nostra Giuseppe “Piddu” Madonia. Nel 2010 pubblica, questa volta con Cairo, “Gli anni nascosti”, una spy story italiana. Ha pubblicato anche dei racconti.

Dall’estate del 2011 è questore della provincia di Oristano e, dal dicembre 2013 al 31 luglio del 2017, questore della provincia di Foggia, un incarico davvero difficile e impegnativo.

Il primo agosto del 2017 lascia la Polizia di Stato e si dedica esclusivamente alla scrittura.

Sarà di nuovo in libreria.

Prima o poi.

img_20161020_125229

14 pensieri su “bio

    1. Thanks, ma ho cercato solo di scrivere una biografia ufficiale come le tante che sembrano dei curriculum e, per questo, alquanto banali…

  1. Complimenti, è una bella presentazione, mi piace che tu non abbia dato informazioni di carattere……quotidiano. E’ un po’ come se ti fossi messo dietro ad una tenda, ti si vede….ma non troppo.

    1. Grazie hai espresso bene ciò che volevo fare esattamente, rompere gli schemi. In questo blog voglio che compaia di me solo l’aspetto onirico, creativo, non cariche, incarichi, date, nomi… È come se chi legge incontrasse uno sconosciuto che abita in una casa sul mare in sardegna e passa le giornate a scrivere e passeggiare… Ciao, benvenuta

  2. Viaggiando molto in auto, e avendo poco tempo per leggere, sto davvero apprezzando Formicae.
    Consiglio a Piernicola la pubblicazione in Audible o iTunes della versione audiolibro anche degli altri suoi romanzi. Sicuramente li ascolterei volentieri.
    Ottimo il narratore. Voce profonda e coinvolgente.

    1. La pubblicazione su audible è un’iniziativa tutta della SEM, vedrò cosa fare con Fazi e Cairo. Grazie per il cortese consiglio. Piernik

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...